XII Festa dei Fuochi di Taranis

“Le grandi vie delle civiltà, il titolo di una mostra ospitata qualche anno fa a Trento, passano da Monte Bibele: un luogo collocato sul margine di due grandi aree di influenza Culturale, il luogo emblematico della comunicazione, della convivenza e della contaminazione tra la Cultura Mediterranea e quella Continentale.
Etruschi e Celti convissero per oltre un secolo nella valle dell’Idice, conducendo con successo gli “scambi delle proprie peculiarità, ovvero i mestieri del commercio e delle armi” , citando Daniele Vitali .
Questo straordinario contatto, e gli scambi che ne conseguirono, portarono i prodotti delle calde terre Mediterranee nel cuore dell’Europa. Il Vino e l’Olio “illuminarono” le notti del Nord, la Kylix (la coppa dei popoli del sud, con la quale nel Simposio si beve il vino) accompagna come un magico souvenir il flusso del vino verso nord, non è solo un esotico prodotto della terra e del sole, ma si tratta di un modo di stare insieme, di bere in forma rituale, di apprezzare il piacere che deriva dalla condivisione della coppa e del suo contenuto. La tomba del guerriero di Ollon in Svizzera e quella omologa di Plessis Gassot, nei pressi di Parigi, ci documentano la memoria di due persone che furono deposte con la propria Kylix, a vernice nera di origine Volterrana, esattamente con la stessa ritualità delle tombe di area Bolognese e delle necropoli di Monterenzio, testimonianza di un costume, di un modo di intendere il passaggio terreno e una chiave di accesso all’Oltretomba e alla auspicata Beatitudine dell’aldilà.
Un oggetto comune come la Kylix, per i suoi significati ideologici, diventa talmente preziosa lontano dall’italia da essere riparata con lamine d’oro nella Britannia.

image

In quelle coppe si degustava Vino o Birra ed oggi assistiamo al ritorno di questa ultima bevanda, originaria del nord, sulle nostre tavole e nei nostri moderni Convivi, il Mediterraneo e l’Europa sono ormai assieme almeno in questo.

Il Tema della festa dei Fuochi di Taranis di questa estate ne giorni di 1-2-3 e 8-9-10 Luglio sarà: la Valle dell’Idice tra Vino e Birra; due prodotti emblematici e straordinari, antichi e attuali, forse è questa l’immortalità? Ne parleremo e ne gusteremo (responsabilmente e moderatamente) assieme a Monterenzio, con spettacoli, musica, conferenze e l’atmosfera inimitabile del parco del Museo.

La Cà di Brenno

image

Vita Dominae – in vendita l’album di debutto di Anima Keltia

La donna nel medioevo raccontata attraverso l’arpa di Anima Keltia in “Vita Dominae – Musica Medievale e Rinascimentale”.

Vita Dominae è l’album di debutto dell’artista belga Mélanie Bruniaux in arte Anima Keltia in uscita su etichetta Maxy Sound e disponibile dal 26 Febbraio in tutti gli store digitali.

Vita Dominae (Musica Medievale e Rinascimentale) è un percorso dedicato alla vita e alla figura della donna durante il Medioevo e il Rinascimento. Dall’attesa della sua nascita scandita da preghiere al Signore, alle prime ninne nanne cantate attorno alla sua culla (Be Thou My vision, Coventry Carol). Man mano che cresce, il clero e sua madre le insegnano i buoni esempi di virtù (Cantiga 100) e i cattivi esempi da non seguire (Lamento di Tristano). Adolescente, si confronterà con i suoi primi amori (Scarborough Fair, Unter der Linden, la Rosa Enflorece) e dovrà essere protetta dalla pericolosità della bellezza del suo corpo che strega e seduce (Complainte de la Blanche Biche). Adulta, sarà consapevole dei ruoli del suo rango sociale e dei suoi doveri (Chanson de table, l’Epouse du Croisé). Questo viaggio musicale vi porterà ad ascoltare le danze e gli inni cantati per le sue nozze (Corranto, Give Me Your Hand). Infine Vita Dominae vi accompagnerà nell’Hortus Conclusus con i canti e le ballate dell’amore cortese (Douce Dame Jolie, Greensleeves).

Vita Dominae include 14 brani del periodo Medioevale e Rinascimentale, molti dei quali sono parte della tradizione celtica. In un percorso che vi farà rivivere le emozioni, i momenti di festa, gli amori e le gesta di cortigiani, principesse e re nelle terre sconfinate di foreste, castelli e antiche leggende.

Mélanie Bruniaux all’arpa celtica è accompagnata da Andreè Bottiglioni (Bodhram e percussioni), Amélie Grunenberger (Flauti), Lucia de Carlo (Voce) e da Eleonora Galassi (Violoncello).

vai ad iTunes

Incontra i Fairy Dream

Giungono a Roma, finalmente, i Fairy Dream. Ad accoglierli, dandoci la possibilità di incontrarli ed ascoltarli, il Gerbillo Furioso (Ottaviano)!

Un duo internazionale, con un background musicale unico è pronto a deliziarci con il loro show, costellato di magia e inni alla musica di un tempo che fu.

Maggiori informazioni? Conosciamo i due componenti:

Albert Dannenmann: maestro di strumenti medievali, ex Geyers, ex Blackmore’s Night, ex Cantus Lunaris. Attualmente: Mistrel Albert e Fairy Dream!

Ida Elena: ex Tribute Blackmore’s Night, ex Dark Side of Venus, ex TAO, Ex Cantus Lunaris. Attualmente: Ida Elena, Bare Infinity e Fairy Dream!

Volete conoscerli? Presentatevi alle ore 20 presso il Gerbillo Furioso, in via Germanico 103! Parola d’ordine: MusicaCeltica.it

Vista l’elevata caratura della serata, è consigliabile la prenotazione con un sms al 339 6333301 o al 329 4149979.

Le porte del Gerbillo apriranno alle ore 20:00 e lo spettacolo inizierà verso le ore 21:30 e ci sarà, ovviamente, la possibilità di cenare in loco.

Uscita la playlist di Dicembre

Il nuovo anno parte con la playlist dei video più graditi, del mese di dicembre, dai followers di MusicaCeltica.it.
Vi siete persi alcuni video pubblicati? Vi piacerebbe risentire un brano che avete sentito durante il mese? Ora sarà più facile per voi trovarlo.

Hai una band, o ne segui una, e ti piacerebbe far pubblicare un video sulla nostra pagina? Inviaci il link a musicaceltica.it@gmail.com (oggetto: programmazione giornaliera). I video più graditi, saranno aggiunti alla playlist del mese!

Capodanno Celtico a Roma

Amici celtici di Roma e del centro italia…

::: THE CELTIC NEW YEAR’S EVE 2016!!!! :::
Italian Food with Balfolk and Celtic music live to dance

E dopo un anno di eventi, feste e concerti, la vostra tana è orgogliosa di presentarvi il nostro primo capodanno Celtic Balfolk.
Uno dei 4 grandi eventi della saga “Waiting for Saint Patrick” si svolgerà proprio l’ultimo dell’anno e sarà la più bella festa di capodanno che un vero amante delle sonorità francesi, bretoni, irlandesi e popolari possa immaginare a Roma.

::: THE CELTIC NEW YEAR’S EVE 2016!!!! :::

SOLO SU PRENOTAZIONE

Menù Classico
Foccaccetta con crema di tartufo
Bocconcini di salsiccia
Zuppa di Farro e Ceci con Erba cipollina e dadi di Pane fritto
Caciotta cotta su letto di Prosciutto in cestino di pane
Melanzane alla Parmigiana
Lasagne
Spezzatino Medioevale
Tortino di Spinaci
Tortino di Cavolfiore

Menù Vegan
Foccaccetta con crema di tartufo
Felafel siriani
Zuppa di Farro e Ceci con Erba cipollina e dadi di Pane fritto
Hommos di ceci con Funghi, prezzemolo e olio Umbro a crudo
Melanzane alla Parmigiana (Vegan)
Lasagne Vegane
Spezzatino di Soia con Tritato di Carote, Sedano e Cipolla sfumate con vino bianco
Tortino di Spianci
Tortino di Cavolfiore
Prima consumazione inclusa a scelta tra
Prosecco di benvenuto
Un calice di vino Rosso o Bianco
Una birra piccola alla spina

Spumante e lenticchie a mezzanotte per tutti!

Contributo associativo per la serata

Con prenotazione e caparra di conferma entro il 18 Dicembre: 40€
Con prenotazione e caparra di conferma entro il 22 Dicembre: 45€
Con prenotazione e caparra di conferma entro il 27 Dicembre: 50€
Il prezzo è comprensivo della tessera ACSI per l’anno 2016
La serata si dividerà un due parti.
Dalle ore 20:00 alle ore 22:45 sarà servita la cena al tavolo per un numero massimo di 45 prenotati (Le prenotazioni dovranno essere validate dalla consegna della caparra confirmatoria di 25€ presso Il Gerbillo Furioso in via Germanico 103 o contattando il numero 339 6333301 per ricevere i dati per la ricarica on line)
dalle ore 22:45, liberemo la stanza e il palco dai tavoli, metteremo le sedie e le panche ai lati per dare l’opportunità a tutti di ballare durante questa notte all’insegna della musica balfolk francese, irlandese, bretone e popolare con un trio d’eccezione, con alcuni dei grandi nomi della scena folkloristica italiana.

Francesco Monti al violino e cornamusa francese
Raffaele Mallozzi all’organetto
Paolo Alessandrini al cajhon, rullante spazzolato e bodhran

Un trio d’eccezione che i nostri amici della tana del Gerbillo hanno avuto occasione di conoscere in alcune tra le nostre serate di musica celtica che per l’occasione vi intratterranno per farvi ballare tutta la notte. E finita la musica dal vivo verso le 1:00 (con una pausa a mezzanotte per il brindisi) si continuerà a fare festa fino a che i vostri piedi reggeranno e gli occhi dei vostri oste resteranno aperti!
La serata sarà ad appannaggio esclusico dei partecipanti alla cena fino alle ore 00:30. Le porte del Gerbillo saranno poi aperte a tutti gli amici che vorranno passare per un brindisi insieme e a fare 4 salti sulle magiche note che vi rincorreranno durante tutta la notte.

Per prenotare o chiedere informazioni, mandate un sms ai numeri 329 4149979 o al 339 6333301
Vi consigliamo di prenotare il prima possibile visti i costanti sold out delle nostre celtic night

Un grande abbraccio e tutti pronti per un grande capodanno all’insegna della buona musica, del buon cibo e dell’amicizia!
Il vostro staff de Il Gerbillo Furioso!
Link all’evento su Facebook

Progetto Natalizio by Musicaceltica.it

Sei un musicista o un cantante? Inviaci a musicaceltica.it@gmail.com, entro il 20/12/15, un video e la traccia audio con la tua esecuzione, a scelta tra:
Danny Boy (metronomo: 50 BPM)
Ryan’s Polka (metronomo: 140 BPM)
Le tracce verranno mixate tra loro, al fine di ottenere la prima vostra canzone natalizia, Sponsored by Musicaceltica.it!
Vi aspettiamo numerosi per questa grande iniziativa!
(Gradite, dai cantanti, anche tracce armonizzate)

Montelago 2015

Si è conclusa, l’8 agosto, la tre giorni di musica celtica a Taverne di Serravalle di Chienti. La XIII edizione, a cui sono accorsi ben 20000 persone da tutta europa, ha vissuto una maratona musicale di quasi 40 ore di concerti dal vivo. Il Montelago Celtic Festival, nata come una notte bianca dedicata alla musica, si è trasformata, nell’arco degli anni, nel più grande punto di ritrovo degli amanti della cultura celtica d’Italia. Corsi di musica, di danza, di attività e giochi dei tempi passati si alternano nell’arco della giornata, il tutto, nel totale rispetto dell’ambiente. Un pubblico eterogeneo sotto lo stesso cielo per tre giorni consecutivi, si da appuntamento una volta l’anno per vivere, studiare e respirare un’atmosfera di un’altra terra e… cercare il buon Valerio!
Il merito, per questi fantastici momenti è di Maurizio Serafini e Luciano Monceri, gli organizzatori, che da anni riescono a portare in Italia la grande musica estera, grazie alla loro passione. Ecco come Maurizio racconta la nascita di Montelago:

 

European Celtic Contest 2015

Si è svolta, il 6 Agosto 2015 la prima edizione dell’European Celtic Contest, durante la prima serata del Montelago Celtic Festival. I sei finalisti: i The Floggin’ da Bari, gli Haegen da Ancona, i Dia Dhuit da Trento, i Codex: Clepsydra di Ravenna, gli Alban Fùam di Verona e gli Emian Pagan Folk di Avellino, si sono sfidati all’ultima nota per ii titoli di “Miglior Performance” e “Miglior Proposta Musicale”. In palio i grandi palchi del Druidia, del Mutina Boica e di Montelago 2015, più la registrazione di un singolo presso la Crono Sound Factory di Milano! I vincitori? Per la categoria Miglior Performance: gli Emian Pagan Folk. Per la categoria Miglior Proposta Musicale: gli Alban Fùam. Per chi di voi volesse un assaggio di cosa si è perso durane la prima edizione del Contest, a voi un breve report!

Musicaceltica.it annuncia collezione portachiavi 2015

Nasce la collezione di portachiavi di MusicaCeltica.it È con estrema gioia che MusicaCeltica.it annuncia la sua collezione di portachiavi artigianali, a tema strumenti celtici. La prima uscita, disponibile dall’Abruzzo Irish Festival, fa il suo debutto con ben tre strumenti: arpa, violino e cornamusa. In previsione altri strumenti, tra cui Bodhran, chitarra e flauto. A breve disponibili sulla nostra pagina del Merchansizing.